Il Regolamento EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) è uno strumento volontario voluto dalla Comunità Europea al quale le organizzazioni – aziende, enti pubblici, ecc. – possono aderire per valutare e migliorare le proprie prestazioni ambientali e fornire al pubblico e ad altri soggetti interessati informazioni sulla propria gestione ambientale.

Il Regolamento EMAS rientra tra gli strumenti volontari attivati nell’ambito del VI Programma d’Azione a favore dell’ambiente.
La seconda versione EMAS – EMAS II – è stata pubblicata dalla Comunità Europea con il Regolamento 761/2001, modificato successivamente dal Regolamento 196/2006.
La terza versione – EMAS III – è stata pubblicata dalla Comunità Europea con il Regolamento 1221/2009 che abroga e sostituisce il precedente regolamento.

EMAS è principalmente destinato a migliorare l’ambiente e a fornire alle organizzazioni, alle autorità di controllo e ai cittadini – il pubblico, in senso lato – uno strumento per ottenere informazioni sulle prestazioni ambientali delle organizzazioni.
L’obiettivo ultimo, chiaramente, è promuovere il continuo miglioramento delle prestazioni ambientali delle organizzazioni anche attraverso:

  • la realizzazione da parte delle organizzazioni di un sistema di gestione ambientale
  • l’informazione sulle prestazioni ambientali e un dialogo aperto con il pubblico ed altri soggetti interessati con eventuale pubblicazione di una dichiarazione ambientale

Come fare per registrarsi EMAS?

Per ottenere una registrazione EMAS, un’organizzazione deve:

  1. disporre un’analisi ambientale
  2. dotarsi di un sistema di gestione ambientale ex ISO 14001
  3. effettuare un audit ambientale
  4. predisporre una dichiarazione ambientale
  5. ottenere una valutazione indipendente da parte di verificatore EMAS
  6. registrare la dichiarazione presso l’organismo competente dello Stato membro, che in Italia è il Comitato Ecolabel Ecoaudit costituito con DM 413/95

La domanda di registrazione EMAS deve avvenire tramite procedura on-line sul sito dell’ISPRA – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale.

La Dichiarazione ambientale deve contenere:

  • una descrizione chiara e priva di ambiguità dell’organizzazione che chiede la registrazione EMAS e una sintesi delle sue attività e dei suoi prodotti e servizi, nonché delle sue relazioni con le eventuali organizzazioni capo-gruppo
  • la politica ambientale dell’organizzazione e una breve illustrazione del suo sistema di gestione ambientale
  • una descrizione di tutti gli aspetti ambientali significativi, diretti e indiretti, che determinano impatti ambientali rilevanti dell’organizzazione e una spiegazione della natura degli impatti connessi a tali aspetti
  • una sintesi delle principali prestazioni ambientali dell’organizzazione – consumi energetici, consumi idrici, rifiuti, gas a effetto serra, ecc. – attraverso una serie di indicatori-chiave di performance che tengono conto della natura del servizio o prodotto offerto
  • una descrizione degli obiettivi e target ambientali in relazione agli aspetti e impatti ambientali significativi
  • un elenco degli obblighi normativi applicabili in materia ambientale

EMAS e ISO 14001: principali differenze

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    Dichiaro di aver letto e compreso la vostra Informativa sulla Privacy.

    vuoi approfondire il nostro approccio al servizio?
    contattaci

    © 2021 Process Factory
    All rights reserved
    Developed by MirabolaMente

    AZIENDA

    Process Factory
    via Antonio da Noli, 4/6
    50127 Firenze
    tel: +39.055.461947
    info@processfactory.it
    posta@pec.processfactory.it

    INFO

    C.F. P.IVA e R.I. 05805200481
    SDI M5UXCR1
    Cap. Soc. € 80.000 i. v.
    Numero REA FI-576863
    Privacy PolicyCookie Policy

    SEGUICI SU